EQUIPE E OFFERTA FORMATIVA

OFFERTA FORMATIVA


PIANO ORARIO


MENU' MENSA

Scopri il Menù

In ogni sezione sono presenti due insegnanti, che programmano la giornata del bambino e sono responsabili delle attività fisiche, psico-motorie e sonore.
Ci sono inoltre insegnanti specialisti con competenze specifiche: religione, inglese e laboratori di creatività e di fiabe.
La Direzione si riserva l’opportunità di valutare l’inserimento di fratelli di diverse età o di gemelli nella medesima classe.
L’équipe educativa elabora un progetto didattico annuale, scegliendo un tema portante, al quale si propone di far convergere l’attività motoria, l’educazione religiosa e l’attività teatrale per tutti, l’approccio alla lingua straniera e il laboratorio di fiabe (solo per un gruppo ristretto) per i bambini di 4 e 5 anni e quello di creatività per i bambini di 4 anni.
In particolare, per i bambini di tre anni, viene progettato un percorso che favorisca la realizzazione di un sereno inserimento e aiuti il bambino a stabilire un buon orientamento nello spazio scolastico e un rapporto costruttivo con i compagni e con gli adulti di riferimento.
Tutta la comunità scolastica si impegna per aiutare i bambini a consolidare relazioni fondate sul rispetto, che evitino ogni forma di discriminazione e di violenza.
La progettazione prevede inoltre:

  • uscite didattiche e gite culturali
  • partecipazione a spettacoli adeguati all’età.

Formazione docenti
I docenti e il personale fruiscono di un programma di formazione in servizio che comprende attività annuali e periodiche interne in ambito pedagogico-carismatico secondo l'identità Marcellina, psicopedagogico, didattico e per la sicurezza (legge 81) esterne presso la Curia per l'insegnamento della religione cattolica;
le insegnanti possono partecipare a corsi e convegni, su loro richiesta o su richiesta della direzione, per poi condividere l'esperienza con il Collegio Docenti.

Strutture di partecipazione
Le strutture di partecipazione mirano a creare le condizioni ideali per una sempre maggiore corresponsabilità nella vita scolastica, incrementando la collaborazione tra scuola e famiglia.
Esse corrispondono alla tradizione educativa proveniente dal metodo di mons. Biraghi: la logica del modello di educazione ispirato allo spirito di famiglia, che sviluppa uno stile familiare nelle relazioni. Sono attivati -ai sensi della lettera c) comma 4, articolo unico della legge n.62/2000- le seguenti strutture di partecipazione:
- Consiglio d’Istituto
E’ formato dai rappresentanti di tutte le componenti educative ed esplica funzioni di stimolo e di verifica nel campo delle problematiche, delle metodologie dell’educazione e delle diverse iniziative.
- Collegio dei Docenti
E’ formato da tutti i docenti e assistenti della Scuola dell’Infanzia; gli compete la progettazione educativa e didattica.
- Genitori rappresentanti di classe
Hanno il ruolo di collegamento tra la componente genitori e le altre componenti; sono consapevoli del progetto educativo della scuola e ne condividono i valori; collaborano con la direzione e i docenti per il buon andamento della vita scolastica.

L’ambiente scolastico
La scuola dispone di un ampio giardino. Dal cortile si accede ad un vasto salone polifunzionale che permette di realizzare incontri di festa, scolastici e drammatizzazioni. Esso viene utilizzato anche per incontri formativi con i genitori.
Un ampio salone accoglie i bambini per attività motorie e ricreative. Altri locali sono a disposizione per attività audiovisive e informatiche. Al primo piano è collocata la sala medica con relativi servizi igienici, le aule dei laboratori e lo spazio per il riposo pomeridiano.
Le aule scolastiche occupano il pianterreno dell’Istituto e sono aperte sul giardino.
L’edificio storico è stato costruito nel 1931 per opera del dott. ing. Giuseppe Invitti, nella ricorrenza del primo cinquantesimo della morte del Fondatore delle Marcelline, il Beato Luigi Biraghi.
E’ situato sul terreno di Via Veglia, con l’ingresso principale rivolto verso Piazza Caserta. L’ingresso immette in un ampio atrio sul quale prospettano i locali di direzione e di ricevimento e una cappella.
L’ala storica disimpegna il refettorio, la cucina, due aule, la sala giochi e i servizi; invece l’ala nuova, opera dell’architetto Giovanni Bua, è costituita da tre aule e dai servizi igienici, il tutto adeguato alle recenti norme di igiene e di sicurezza.

AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
Progetto seconda lingua: Inglese

Il bambino, grazie alla presenza di insegnanti specializzati, è messo nella condizione di apprendere la lingua straniera attraverso momenti di gioco e attività didattica:
• Apprendimento di filastrocche e canti
• Esecuzione e formulazione di ordini e istruzioni
• Giochi di ascolto attivo, didattici e di ruolo
• Attività di colorazione
• Attività di memorizzazione lessicale con supporti multimediali.

Laboratorio di creatività
Riservato ai bambini di 4 anni
Obiettivi: sviluppo della manualità, del senso del bello, della fantasia realizzazione di oggettistica con materiali di riciclo.

Verifica e valutazione didattica
La valutazione è un'azione inserita all'interno delle attività didattiche in stretto rapporto con gli obiettivi, i contenuti, il metodo didattico ed è presente nella progettazione delle diverse attività. Nella Scuola dell’Infanzia avviene tramite l’osservazione, il dialogo, l’attività ludica e grafica, che permettono di valutare la maturazione e l’apprendimento.
Come indicato dalla recente riforma della scuola, la valutazione non si limita più alla misurazione degli apprendimenti, ma abbraccia un giudizio più ampio relativo anche al grado di maturazione delle abilità e delle competenze di ogni singolo allievo.

Valutazione della qualità della scuola
La scuola è certificata ISO 9001. Ciò significa che tiene sotto controllo la qualità del servizio fornito ai fini di:
- migliorarlo costantemente
- assicurare la continuità e la coerenza con gli obiettivi
- verificare e incrementare la soddisfazione dell’utenza.
Per questo motivo annualmente verrà distribuito un questionario relativo alla soddisfazione dell’utenza.